Monthly Archives: June 2015

In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri

Inizia un nuovo giorno di intenso lavoro.
Il CG artist, svegliatosi particolarmente lisergico, si fa portare un caffé mooolto ristretto

caffe

Prima tappa: Vulci

Vulci

Prima di avventurarci in un tumulo, si lancia subito il drone, facendolo passare anche sotto il ponte romano e cercando di non perderlo..

Drone a Vulci

vulci2

Tumulo a Vulci

Dopo Vulci ci attende la necropoli di Tarquinia e.. Meraviglia!

Caccia e pesca

Respirate poco però, che si rovinano le pitture. Ehi, ma c’è anche Ati!

Leonesse

Ma.. non vorrà mica piovere anche oggi??

fosche previsioni

Ebbene sì. Il tempo è mutevole ed un po’ infame, come il giorno prima, e le riprese panoramiche da Tarquinia ricordano più qualche paese del nord Europa che l’Italia, terra del sole. Notare le colonne di acqua sulla sinistra..

Tarquinia panorama

Per fortuna che il cielo è blu sopra le nuvole e, a volte, anche sotto: guarda un po’, c’era il sole e non ce ne eravamo accorti. …Grazie fotoritocco..

Tarquinia_nuvole
Tarquinia_sole

Purtroppo il tempo stringe e con la pioggia non è possibile fare le riprese alle saline di Tarquinia. Si punta allora su una scommessa con il tempo, in tutti i sensi: se al tramonto, dopo essere andati a riprendere a Cerveteri, ha smesso di piovere, sulla via del ritorno si proverà a passare dalle saline..
Alla necropoli di Cerveteri ci attende la Tomba dei Rilievi, proprio quella in cui Ati si muove nel teaser e, sorpresa, dopo averla vista solo in digitale, possiamo entrarci davvero.
Ehi, ma non ci era sembrata così piccola! Non c’è nemmeno il posto per mettere un divanetto e un tavolino..

Tomba Rilievi

Dopo la Tomba dei Rilievi si deve fare una ripresa ai vigneti intorno alla necropoli e ad alcuni reperti conservati presso il museo.
Una volta finito tutto è diventato tardissimo, faremo in tempo ad arrivare alle saline prima che tramonti il sole alle 20.34?!?

Verso le saline

Sì!!!

drone alle saline
Tramonto alle saline

Si può tornare a Viterbo.
Qualcuno dica al CG artist che siamo arrivati all’albergo ed è finalmente possibile andare a cenare

DD

Dopo cena si guardano le riprese e si copiano i file, ma non ci sono più i giovani di una volta: nemmeno 15 ore di lavoro e questi cedono di schianto!

fine giornata
Vi assicuriamo che questa foto non è un falso

Materiale prodotto

Materiale girato: 39,75 GB

Di cui

Fly-cam: 92 take

Go-Pro: 8 take

Cavalletto: 75 take

Audio ambientale: 2 registrazioni

Batterie utilizzate per il drone: 5

Foto di backstage: 338

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

Infografica di “Ati alla scoperta di Veio”

Che Ati fosse un fiore già lo sapevamo; adesso, grazie all’infografica realizzata da Daniele, ne abbiamo la certezza.
L’infografica mostra la lavorazione tecnica del cortometraggio di animazione “Ati alla scoperta di Veio”, creato nel VistLab di Cineca tra il 18 Marzo 2013 ed il 20 Ottobre 2014.

A partire dai dati dei log di produzione è stata creata questa rappresentazione animata:
le persone coinvolte sono identificate con il nome utente, le linee rappresentano le cartelle di sistema ed i pallini generati sono file, ogni modifica o creazione tramite Commit SVN dei files è un fascio di luce.

Notate i fantastici fiori fucsia che si aprono ad un certo punto sulla lavorazione delle trecce di Ati.


Se non vedete il filmato potete usare il seguente link

Questa è la lavorazione nel dettaglio (10 minuti):
Se non vedete il filmato potete usare il seguente link

Simulazione creata con Gource a partire dai log SVN

Impostazioni Gource:
1 giorno = 0.1 secondi
Skip immediato se non avviene nulla
Nessun limite per numero di file visibili
Nessuna scomparsa file

Experience Etruria – Attrezzature per le riprese

Attrezzatura

Ripresa Video

  • 2 Canon 600D in risoluzione di ripresa in Full HD, 25 fps;
  • GoPro HD Hero 4 Black Edition, risoluzione fino a 4K, stabilizzazioni senza perdita di qualità, 60 fps;
  • GoPro HD Hero 3 Black Edition, con nuovo obbiettivo 5.4mm (corrispondente ad un 35mm), senza distorsione.

Orvieto

Obbiettivi

  • Tokina AT-X Pro 11-16 (f/2.8) DX II, stabilizzazione ottica, grandangolo linearizzato;
  • 2 Canon EF-S 18-55 (f/3.5-5.6) standard;
  • Canon EF-S 55-250 (f/4-5.6) teleobbiettivo;
  • Canon EF 50 fisso (f/1.8) II, stabilizzazione ottica, macro;

Veio

Audio

  • Tascam Dr-40 Mixer esterno portatile a quattro tracce di registrazione con 2 microfoni a condensatore regolabili e 2 ingressi Cannon;
  • 2 Shotgun Rode 1/2″ condenser microphone (direzionali, prevalentemente per presa video diretta);

Attrezzature supplementari

  • Drone DJI F550 esacottero professionale (6 motori) per riprese aeree (solleva fino a 2,6Kg) con Zenmuse H3-3D sistema di stabilizzazione vibrazione per riprese aeree, trasmissione video e numerosi accessori di sicurezza, dotato di ben 5 batterie con autonomia da 12 minuti l’una;

Drone

  • Flycam nano, sistema di stabilizzazione “effetto Steadycam” per camere leggere
  • Kamerar slider con ruote e diverse modalità di utilizzo per riprese rotanti attorno ad un soggetto
  • Cavalletto Testa Fluida della Manfrotto Altezza massima 2,50m
  • Battery pack, paraluci, oculari, filtri, schede SD, Hard Disk vari, prolunghe, adattatori.

Attrezzatura

In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa

Secondo giorno di riprese

Prima tappa della giornata: Norchia e le sue tombe rupestri!

Il sito prevede un percorso di avvicinamento in mezzo ai campi.

Norchia

Le tombe a dado ci attendono nascoste dalla vegetazione. L’impressione è quella di essere in un sito mesoamericano.

Norchia

Il CG generalist probabilmente non ha mai visto così tanta natura tutta in una volta come in questi giorni. Cerca quindi rifugio nel rassicurante mondo di Blender, dove è lui che può decidere tutto. Se e dove disporre la vegetazione, se inserire insetti e pollini, quanto inclinare le rocce su cui sedersi…

Blenderista

Nel piano di riprese è previsto anche un noccioleto. Per fortuna ne troviamo uno lungo la via per Tuscania, anche se ci lascia un po’ perplessi la perfetta disposizione delle piante..
Siamo sicuri che ai tempi di Ati fosse tutto così preciso?

Noccioleto

A Tuscania iniziamo con le riprese a Colle San Pietro.
L’area etrusca non è particolarmente fotogenica e, quindi, ci allarghiamo all’area della Basilica, di epoca medioevale, progettando coreografici voli del drone.

Tuscania Colle San Pietro

Il tutto mentre il CG artist si immerge nuovamente nel suo mondo preferito

Tuscania Colle San Pietro

Ci rechiamo quindi a riprendere la tomba a portico di Pian di Mola.

Pian di Mola

Prima di fare una panoramica, con vista fiume, di Colle San Pietro.

Fiume Colle San Pietro

Dopo esserci rifocillati in una trattoria della zona, ci avviamo verso il sito di Acquarossa, mentre il cielo finisce di coprirsi ed inizia a piovere.

Il sito vero e proprio ha una tettoia protettiva, che ci permette di continuare le riprese tranquillamente ma, dopo, veniamo condotti in zona aperta, e le riprese devono essere fatte ugualmente.

acquarossa

Si tratta di un gruppo di cascate, dove capiamo perché il sito si chiami così. L’acqua è talmente ferrugginosa da aver colorato le rocce di rosso.

IMG_20150526_165902

IMG_20150526_170004

Il tempo resta inclemente e siamo in ritardo sulla tabella di marcia. Ci rechiamo a Viterbo per incontrarci con la guida che ci condurrà all’ultimo sito della giornata: le pozze sulfuree di Bullicame.
Purtroppo arriviamo sul sito quando ha appena chiuso. Veniamo condotti quindi a pozze non recintate, dove bagnanti discinte beneficiano delle acque termali.
Magari, se facciamo una ripresa abbastanza stretta riusciamo a non inquadrarle?

pozze sulfuree

E, intanto, continua a piovere.. eppure.. non può piovere per sempre..

Pozza sulfurea

Materiale prodotto

Materiale girato: 18,6 GB

Di cui

Fly-cam: 68 take

Go-Pro: 5 take

Cavalletto: 55 take

Audio ambientale: 2 registrazioni

Batterie utilizzate per il drone: 2

Foto di backstage105 

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima
In viaggio per l’Etruria – Bolsena

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia
 

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto