Monthly Archives: July 2015

Tre giorni di fuoco

Tre giorni, sono rimasti gli ultimi tre giorni per concludere il filmato di Experience Etruria..
..e Cast, alle 7:45 è pronto!

Condor

Alle due di notte il lavoro è impostato: barrette rosse, riprese da drone da linearizzare; barrette verde chiaro, media da correggere; barrette verde scuro, segmenti di filmato corretti.

premiere

Al secondo giorno il teatro virtuale è ormai in stato di occupazione permanente, con PC e vettovaglie ovunque.

TeatroVirtuale

Nel mentre si procede ad oltranza con il montaggio del filmato.

Montaggio

Alle 23 si fa pausa pizza..

pizza

Prima di proseguire tutta la notte.

Al terzo giorno, Cast crolla per un pisolino alle 11.40

caduto

Alle 17 collassa un po’ anche il CG artist. Del resto, ha lavorato 49 ore su 72. Cast ha raggiunto le 54 ore.. Stachanov ci fa un baffo

collassato2

Ma, alla fine, è fatta.
Il film è pronto! E presto, potrete vederlo..

Ati

ExperienceEtruria

p.s. Lo sappiamo, ancora non vi abbiamo fatto il resoconto del viaggio nell’Etruria toscana.. Arriverà presto anche quello.

In viaggio per l’Etruria: Veio e il Tevere

Siamo giunti all’ultima giornata di riprese tra Lazio ed Umbria.
All’apparenza, si direbbe tutto in discesa, con soli tre siti dove lavorare.
Si comincia dal Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo.

Viterbo Museo

Ci si mette quindi in viaggio alla volta del sito di Veio, e ci accoglie una graziosa cascata.

Veio Cascata

Che dite, questa volta cade?

CastVeio

L’emozione più grande è vedere di persona l’area del santuario di Veio.. Esattamente quello che avevamo ricostruito per il filmato di Ati alla scoperta di Veio.

R_shot_03_01_0062

Tempio Veio

Ma chi è quello seduto lì all’ombra? Anche sulle sacre pietre di Veio si mette a lavorare con Blender?!
Ma fermatelo, il rinnovo del contratto glielo hanno già garantito!!

Visto il sole splendente e la bellezza dell’area, non si rinuncia ad un lancio di drone. Il paesaggio è veramente splendido.

DroneVeio

Il regista, intanto, si lascia trasportare dall’entusiasmo e propone riprese arditissime ai due giovani videomakers, che pendono letteralmente dalle sue labbra.

E’ bello vedere gli anziani trasmettere ai giovani il loro bagaglio di esperienza..

Veio

L’ego del regista si gonfia a dismisura, tanto da decidere di immortalarsi in un selfie che trasuda soddisfazione da tutti i pixel.
Schermo schermo delle mie brame, chi è il miglior regista del reame?

SelfieDiRegista

Dopo un lunghissimo viaggio di trasferimento, che ci porta a lambire il caotico traffico romano, arriviamo al terzo luogo di riprese: il fiume Tevere visto dalla Riserva Naturale Regionale di Nazzano, Tevere-Farfa

Tevere

Ovviamente non si può non far volare il drone in un contesto del genere. E’ il fiume stesso ad esigerlo!

DroneTevere

Ops! E’ caduto qualcosa??! Il drone? Ale?!

Ale ancora ancora, ma il drone è costato 1.500 euro, non facciamo scherzi!

Fiume

Ma nooo, non preoccupatevi! E’ tutto sotto controllo

DroneTevere2

E la rassicurante figura del Blender artist, col suo computer in perenne attività, ci è sempre accanto.

Lavoro

Tutte le belle cose giungono però ad una fine, le riprese di questo giro si sono concluse e la tristezza vela i visi dei nostri..

fine

E’ stato bello. Grazie e..

Arrivederci

Ah, no, scusate, sono le 17 e ancora dobbiamo tornare a casa..
C’è chi, per ammazzare il tempo del viaggio scatta foto e le modifica col cellulare, chi litiga sulla suddivisione delle spese e c’è chi lavora con Blender.. Uno a caso, tanto per cambiare..

Autostrada

Alle 22.30, dopo aver tolto dalla macchina aziendale uno strato di foglie, fango, pietrisco e polvere, si può dire veramente conclusa questa missione! Ma.. non abbiamo finito, la Toscana ci aspetta!

Auto

Materiale prodotto

Materiale girato:

Fly-cam: 21 take

Go-Pro: 5 take

Cavalletto: 19 take

Batterie utilizzate per il drone: 2

Foto di backstage: 150

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Orvieto

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

In viaggio per l’Etruria – Orvieto

Orvieto

La giornata di lavoro inizia finalmente sotto un cielo azzurro terso, il giusto fondale per fare delle belle riprese ad Orvieto e dintorni. Si comincia con un lancio di drone da sotto la rupe della città per poi proseguire al Pozzo di San Patrizio.
Qui giunti, l’assistente alla regia, nonché segretaria di produzione, addetta alla logistica e alla documentazione di backstage si pone domande significative su la vita, l’universo e tutto quanto mentre il CG artist ha una visione mistica..

SanPatrizio

..che, probabilmente, gli ricorda di accendere il computer ed onorare il sacro Blender.

SanPatrizioDaniele

Il tutto mentre Cast decide di dare un po’ di movimento a queste riprese. Regista, basta con le carrellatine striminzite!

SanPatrizioCast

Giunti alla necropoli del Crocifisso di Tufo il regista riprende in mano la situazione: pan e cavalletto, videomaker perfetto! Altro che Flycam, non stiamo mica girando the Blair Witch Project!

OrvietoTombeDado

Ci si sposta quindi presso il Museo Archeologico Nazionale di Orvieto, per riprendere gli affreschi delle Tombe Golini, prima di recarsi al frantoio sotterraneo.

GoliniOrvieto

FrantoioSotterraneo

Fare il regista però è stressante: riprendi quello, riprendi questo, non dondolarti con la camera, te lo spezzo quel telefonino, vai più piano.. E così, a metà pomeriggio il regista ha la sua prima crisi di nervi.

Il resto del team non può fare altro che attendere che gli passi..

IMG-20150528-WA0071

Quando si ricomincia a lavorare il CG artist esibisce un look molto trendy, probabilmente ispirato dalla nota rivista di moda NerdPC..

2puntozero

Cast viene messo a riflettere sui valori della calma e della pazienza tirando per una ventina di shots un tralcio di vite maritata con un cordino di fili d’erba. Il regista non è mai soddisfatto: il tralcio si muove poco, troppo, troppo poco, molto, al momento sbagliato, non è abbastanza espressivo, il tralcio è troppo tralcio.. Non si può essere pressapochisti, è una scena importante: ci sarà Ati!!

Trucco

Al Sasso Tagliato si lancia il drone. Cast controlla il drone a vista, perdendo quindi il controllo su dove vadano i suoi piedi. Ci pensa Ale a guidarlo con una maschia presa di maglietta..

SassoTagliato

Il drone piace alla gente che piace, c’è poco da fare. Così, quando viene lanciato dal belvedere di fronte alla rupe di Orvieto, un set di umarells di importazione, probabilmente statunitensi, si pone in osservazione, pronto a dispensare consigli.

OrvietoDrone

OrvietoBelvedere

Il CG artist non si lascia distrarre.. Lui per quest’anno mira ad ottenere quattro premi di produzione, quindicesima, sedicesima e bacio di encomio dal presidente.

Stachanov

Tornando verso Viterbo, si registra l’ennesima prova della scarsa resistenza dei giovani d’oggi: ma dai, non siamo ancora nemmeno a 10 ore di lavoro e già qualcuno si addormenta?!

Dormita1

Per concludere la giornata mancano ancora le riprese della fontana di Pianoscarano a Viterbo

ViterboPianoScarano

E poi si può andare a cenare. Ma, cos’è, un’epidemia?!

Dormita2

Ad ogni modo, alla conclusione del 4° giorno di lavoro siamo ancora vivi. Tutti e cinque. Chi l’avrebbe mai detto..

AncoraVivi

Materiale prodotto

Materiale girato:

Fly-cam: 74 take

Go-Pro: 15 take

Cavalletto:  71 take

Audio ambientale: 12 registrazioni

Batterie utilizzate per il drone: 5

Foto di backstage

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

Ati conquista la sua prima copertina

La rivista Archeomatica omaggia Ati con la copertina del numero di Giugno 2015

Archeomatica_2_2015_copertina-300

A quando la nostra Ati su Vanity Fair e Time?

Workflow di produzione di una scena di Experience Etruria: CG in riprese dal vivo

Dopo tanti giri a caccia di belle riprese, in questo video mostriamo il flusso di lavoro in Blender per la creazione di una scena di Experience Etruria. Le riprese dal vivo vengono finalmente integrate con elementi di computer grafica.


Se non vedete il filmato potete usare il seguente link

Il video mostra come sulla ripresa dal vero sia stato eseguito il motion tracking (0’05”) e settata la camera con il track (0’09”). Gli oggetti della scena sono stati ricostruiti in 3D in fotogrammetria a partire dal filmato stesso (0’16”) e fatti coincidere a mano con il movimento camera. E’ stata quindi inserita Ati nella scena (0’23”). L’ambiente è stato editato mediante l’uso di nodi (0’34”) e gli elementi 3D ricostruiti sono serviti sia per proiettare le giuste ombre su Ati sia per collocarla ma, soprattutto, per mascherare le parti di Ati che nella realtà sono coperte da oggetti (1’18”).