In viaggio per l’Etruria – Bolsena

Primo giorno di riprese

Ore 7.00, ritirata la macchina, si parte. Nell’auto, stipata di tecnologia di tutti i tipi, non è possibile infilare nemmeno una chiavetta usb in più

bagagliaio

Arrivati in vista del lago di Bolsena, dopo il viaggio di avvicinamento, si fa un lancio di riscaldamento del drone, così, alla garibaldina

Bolsena

Per fortuna il drone rientra prima di destare sospetti..

Screenshot from 2015-06-09 17:09:01

Si raggiunge poco oltre il sito di Poggio Moscini ma, prima, si fa un giro di riprese a bordo lago

DSC09255

Dopo mangiato si torna a Poggio Moscini per riprendere una macina da grano etrusca, opportunamente collocata sotto un ulivo.
In nostra assenza è stato fatto un po’ di make-up all’area tagliando l’erba intorno e spolverando ben bene la zona.
Il regista pensa che questa potrebbe diventare una delle scene in cui Ati è presente di persona.

Poggio Moscini

Veniamo quindi accompagnati alla fonte di Turona

Turona

Entusiasmati dai lanci precedenti, si decide di usare il drone anche qui.
Chi non è coinvolto nella sua navigazione è costretto a nascondersi tra le frasche:

Turona
DSC09286

Riprese anche le querce del bosco circostante, veniamo infine condotti all’ultima location della giornata: un campo di grano con splendida vista sul lago.
Purtroppo il cielo è coperto e le spighe sono ancora verdi, rendendo la scena un po’ spenta:

Campo

Cast, uno dei due addetti alle riprese, propone con entusiasmo di aspettare il tramonto, quando il sole scenderà sotto le nuvole e dovrebbe almeno colorarle di rosa.
Ci apprestiamo quindi ad attendere un’ora e, nel frattempo, si fanno dei lanci di prova.
Nascosti dietro il muro di una casa colonica, seguiamo in wi-fi la telecamera del drone:

Go-pro wi-fi

Ma un’ora è lunga, e bisogna risparmiare le batterie del drone.
Ci si dedica quindi ad assaggiare le spighe. I pesticidi, come si nota dallo sguardo leggermente allucinato del CG artist, iniziano a fare effetto:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Finalmente però, tanta pazienza viene premiata, e il sole cala al di sotto delle nuvole.
Queste non diventano rosa, ma i campi, in compenso, si illuminano improvvisamente d’oro.

Campo

E’ tempo di lanciare nuovamente il drone

campo

Schermata da 2015-06-09 17:17:53

e, in fine, di concludere la giornata

Campo

Materiale prodotto

Materiale girato: 30,8 GB

Di cui

Fly-cam: 54 take

Go-Pro: 9 take

Batterie utilizzate per il drone: 4 e mezza

Foto di backstage191 

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *