Tag Archives: VisitLab

Un nuovo fantasmagorico progetto: Isabella d’Este Virtual Studiolo

Il VisitLab è felice di introdurre i lettori del suo blog ad un nuovo progetto. Lasciamoci guidare in questo viaggio dalle parole di  Deanna Shemek, capo progetto di Isabella d’Este Virtual Studiolo:

My visit to Cineca last month was really amazing. I’m from the University of California, Santa Cruz, and I went to Cineca’s Visit Lab in March to meet with a team of super-smart people there. Together we are building an immersive, virtual recreation of the famous Renaissance studiolo of Isabella d’Este.

Isabella d'Este

Isabella d’Este, Tiziano, 1534-1536, Olio su tela, 102×64 cm, Kunsthistorisches Museum, Vienna

The Samuel H. Kress Foundation gave us money to make a short film about our project, to help us find more funding to build it.

Isabella led an active life, especially for a woman of the sixteenth century. She married Francesco II Gonzaga, marchese of Mantua in 1490 and governed their city state with him. In her spare time, she commissioned and played music by important composers like Tromboncino and Cara. She ran a perfume pharmacy and grew her own flowers for those products. She collected art and antiquities, and showed them off in her special space, her camerini, also known as the studiolo and grotta. A lot of her paintings, sculptures, and other beautiful things are now in museums around the world, and we are working together to put as much of it as we can back together, so people around the world can visit the studiolo virtually.

Giovanni

This is Giovanni, the film director at Visit Lab. He has a lot of good ideas.

 

Meeting

We got right to work, talking about our plans. How can we tell people about the Virtual Studiolo in a film of just 2 minutes?

 

Virtual theatre

Then we went into Cineca’s virtual theater to look at the models they have made so far. This is Mission Control. Antonella and Daniele set up the model for me to look at.

 

Virtual Theatre 2

Virtual Studiolo nel Virtual Theatre

Maria Chiara joined us, and we took a look at the photogrammetry model they have made of the real Studiolo, in the Palazzo Ducale of Mantua.

 

Studiolo 3D

There are lots of working phases in the process (mainly involving Blender)

 

Virtual Studiolo work in progress

Wow, they can even turn the studiolo inside-out!

 

Antonella & Deanna

We talked about our next steps.

 

Working group

We like it, so far! I can’t wait to see what comes next.

 

Fermi Supercomputer

And before I go, I get to meet the big guys: This is the supercomputer hardware room. I’m standing next to Fermi
Maybe these were made in California, but the Virtual Studiolo will be Made in Italy!
Thanks, Antonella, Maria Chiara, Daniele, and Giovanni!

Grazie a te, Deanna.

Continuate a seguirci per altri aggiornamenti sul progetto.

Space Camp al Cineca

Sono venuti a trovarci i bambini del progetto Space Camp, una bella iniziativa che cerca di avvicinare i più piccoli alla ricerca scientifica e alla tecnologia.

Pico

Al gruppo di attentissimi partecipanti è stata presentata e spiegata la sala macchine, suscitando domande puntuali ed interessanti, prima di accedere al teatro virtuale.

Teatro

attenzione

Qui hanno visto e commentato la simulazione dell’eruzione del vulcano dei Campi Flegrei ed il filmato sul Big Bang.
Prima di passare alla nostra amata Ati, abbiamo fatto vedere ai bambini anche il Pizza Designer, con grande scompiglio dei piccoli stomaci, improvvisamente memori dell’avvicinarsi dell’ora di cena.

pizza

La visita si è conclusa con la spiegazione del CG artist su come inserire un personaggio in computer grafica nelle riprese dal vero.

tracking

Sarà stato un po’ troppo? No, dai, lui in fondo ha iniziato a modellare ad 11 anni.
Quindi.. a presto, vi aspettiamo tra pochissimo come tirocinanti o stagisti!

In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Ultimo giorno di riprese, e si parte subito in salita.
Accedere in auto al centro di Grosseto scopriamo essere un affare piuttosto complicato..

Discussioni burocratiche

Alla fine, però, i permessi arrivano e riusciamo a raggiungere il Museo Archeologico e dell’arte della Maremma.

Archeologico Grosseto

Museo Archeologico di Grosseto

La giornata è splendida e, grazie all’intercessione organizzativa della direttrice del museo, veniamo accolti e scortati fino alla foce del fiume Ombrone, nello splendido Parco della Maremma, da un gentilissimo guardiaparco.

Ombrone2

Oltre a fare le riprese con il drone, si scambiano conoscenze su la vita, l’universo e tutto quanto, e il CG artist si lancia in ardite spiegazioni su argomenti non di sua pertinenza, lui che non ha mai fatto volare nemmeno un areoplanino a molla.

Volo di drone

Ormai non lo riconosciamo più: dopo tanta natura, lascia addirittura chiuso il fido portatile per continuare a socializzare in un contesto che fino a non molti giorni prima avremmo definito a lui ostile, così pieno di luce, aria e natura!!

Che voglia diventare guardiaparco anche lui?

Ombrone

Raggiungiamo quindi Roselle, bellissimo sito posto su una collina con vista sulla piana che, all’epoca di etruschi e romani, era un lago.

Panoramica di Roselle

Sito di Roselle

Ci spostiamo quindi verso l’ultima tappa della giornata e di tutta la missione di riprese: Vetulonia. Prima presso il Museo Archeologico “Isidoro Falchi”:

Museo Vetulonia

E quindi verso il sito archeologico di Vetulonia.

Da notare la sequenza di coppini fucsia di carni tenere e non abituate a così tanto sole..

Colli scottati

La direttrice del Museo e del sito ci guida di persona con enorme entusiasmo e ci permette esperienze interessanti, come quella di pestare autentico coccio pesto nella casa con il muro più alto mai trovato intatto di epoca etrusca.

Coccio pesto a Vetulonia

E’ già molto tardi, ma non possiamo dire di no di fronte a tanto entusiasmo e ci rechiamo a fare riprese anche alla tomba della Pietrera.

Pietraia

Benedetti in questa scelta anche da Batman, che ci appare brevemente, come una visione propiziatoria.

Batman a Vetulonia

A notte torniamo infine verso casa, carichi di giga di immagini, filmati e meravigliose esperienze da trasformare, infine, nel filmato di Experience Etruria.

Ritorno
 

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:

In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – La sera prima

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

Si parla di Cineca e delle attività del VisitLab su Memex

Nella puntata di Memex (Rai Cultura) dedicata al futuro del mondo digitale si parla anche delle attività del laboratorio Visit.

Sanzio Bassini – responsabile del dipartimento di SuperCalcolo – parla di Cineca e di alcuni progetti legati al Calcolo ad alte presetazioni a partire dal minuto 12.
A partire dal minuto 14:50 si parla di Computer Grafica e Super Calcolo nel suo sostegno alla comunicazione dei Beni Culturali.
Tra i vari filmati presentati riconoscerete spezzoni tratti da Apa, Ati alla scoperta di Veio ed Experience Etruria.

In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano

Ci svegliamo dopo una notte di pioggia con un tempo degno del miglior Photoshop.
Giunti a San Casciano dei Bagni, nostra prima tappa della giornata, ha per lo meno smesso di piovere.

San Casciano dei Bagni

Questo ci permette di lanciare il drone una volta raggiunte le vasche termali. Il cielo è tristemente bianco, ma il verde della vegetazione e l’azzurro delle acque, apprezzate fin dal tempo degli etruschi, salvano la rirpesa.

San Casciano dei Bagni dalle vasche

Vasche termali a San Casciano dei Bagni

Sarà l’umidità che rende nervosi, ma Totò e Peppino iniziano l’ennesimo battibecco fatto di raffinatissime offese, mentre regista e CG artist fingono di pensare ad altro.

punti di vista

Ci spostiamo quindi a Manciano, sotto un cielo cromaticamente migliore, e raggiungiamo il Comune, che ci fornirà il punto più alto da cui lanciare il drone.

Manciano

Drone a Manciano

Troviamo anche un interessante pannello che ci illumina sull’evoluzione umana, fino ad arrivare al recente balzo che ci ha condotti all’Homo Droniensis.

Evoluzionismo

Dopo un altro scroscio di pioggia in concomitanza con la pausa pranzo, siamo pronti a lanciare il drone verso le Cascate del Mulino di Saturnia e l’allegro gruppo di persone in ammollo.

Saturnia

Il dinamico duo è pronto e Cast accarezza amorevole il drone prima che parta in volo. Ma il destino è cinico e baro e il dramma sta per abbattersi sul gruppo, improvviso e violento, come un rialzo del prezzo della benzina in estate. Nessuno, guardando questa immagine può immaginare cosa sarebbe accaduto da lì a poco, quando un piedino traditore del drone si sarebbe incastrato tra le assi del tavolo rovesciando miseramente e rovinosamente il velivolo al suolo!

Pronti via

Consuntivo del danno: elica di un motore rovinata, piedino rotto, anello benzing perso. Ahi ahi ahi, bisognerà trovare un negozio che venda i pezzi di ricambio. Ne viene individuato uno a Grosseto, punto di arrivo della giornata, ma prima c’è un’altra tappa..

Disastro aereo

Scansano! Con l’ambascia nel cuore ci si reca presso il Museo Archeologico, che riserva però una piacevole sorpresa..

Museo di Scansano

L’edificio ospita infatti anche il Museo della Vite e del Vino ed il nostro anfitrione ci offre un vino eccellente con cui brindare alla salute dell’Etruria.

Museo del vino di Scansano

Eh, il Morellino di Scansano.. L’Italia è proprio bella.

I vigneti del Morellino

Le riprese della giornata sono terminate, ci si può occupare infine della riparazione del drone. Per fortuna il negozio ha tutto il necessario.

Grandi acquisti

Si può concludere la giornata…

Dai dai dai

…guadagnando un po’ di punti paradiso.

 

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:

In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere
In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – La sera prima

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

In viaggio per l’Etruria: Murlo, Sarteano e Chiusi

E finalmente ecco il resoconto della 3 giorni di riprese fatte in Toscana a giugno per Experience Etruria:

Il fantastico quintetto è pronto per la nuova missione: Toscana arriviamo!

Pronti

O meglio, arriviamo, ma con calma. Cast non sente la sveglia e ci tocca andarlo a raccogliere da casa, dopo aver sfondato finestre e porte..
E una volta in viaggio, l’impunito continua a dormire.. Molto male..

Sonno colpevole

Nonostante questo iniziale contrattempo, arriviamo secondo tabella di marcia a Murlo, nostra prima tappa, e veniamo accompagnati presso l’Antiquarium di Poggio Civitate.
Questo progetto ci sta facendo scoprire un’Italia bellissima e perfino il CG artist si avventura in una missione esplorativa alla ricerca di texture senza nemmeno portare con sé il fido pc da compagnia..

Esplorazione

L’esperienza forse è un po’ troppo forte e, dopo quella al Pozzo di San Patrizio, registriamo una nuova estasi mistica del CG artist. Che sia vittima della sindrome di Stendhal?

Estasi

Pur nella frenesia delle riprese, ci ritagliamo un attimo per fotografare il paesaggio ma, come sempre, bisogna fare in fretta. Niente ricerca dell’inquadratura personalizzata, tutti con la stessa e non se ne parli più.

BeatlesNerd

Giungiamo quindi alla tappa successiva: Sarteano. Prima si fa un bel volo di drone su castello e ulivi. Il bel tempo latita, ma Santa Post-Produzione è e sarà sempre al nostro fianco.

Sarteano

Ci si reca poi presso la tomba detta della Quadriga infernale, veramente bella e particolare.

QuadrigaInfernale

Così bella che Ati non potrà mancare. E allora, via con una bella photosphere per catturare la luminosità dell’ambiente per le impostazioni di global illumination in Blender.

Photosphere

La tappa successiva è Chiusi, dove ci attendono ben 4 diverse location per le riprese e dove Ati sarà super presenzialista.

Si inizia con il laghetto sotterraneo!

Laghetto sotterraneo a Chiusi

Delirio e paura a Chiusi

Paura, eh!!

Per spostarsi quindi presso Museo Nazionale Etrusco, dove sono conservate alcune belle brocche. Una di queste verrà tenuta in mano da Ati e andrà ricostruita virtualmente.

MuseoChiusi

Un tempo gli artisti si soffermavano presso le sale dei musei per fare schizzi e copie di reperti ed opere d’arte sui loro fidati taccuini.
Adesso ci si va con il portatile e se ne fanno modelli 3D, così, su due piedi.

MuseoChiusi2

Un po’ di drone non guasta mai, ed eccoci verso fine pomeriggio in una delle piazze di Chiusi, preventivamente fatta sgomberare dai cittadini che fino a poco prima vi stavano passeggiando.

Chiusi

ChiusiPiazza

Del resto, c’è una bella vista dall’alto. Vero Ati?

Chiusi_Ati

Il sole è quasi al tramonto, ma non abbiamo ancora finito. Mancano le riprese del lago di Chiusi!

lagoChiusi

DroneLago

E con questa ripresa la giornata può dirsi conclusa. Grazie all’assessore Chiara Lanari che ci ha accompagnati passo passo.

Selfie col drone

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:

Vuoi sapere cosa è successo prima? vai a:
In viaggio per l’Etruria – La sera prima
In viaggio per l’Etruria – Bolsena
In viaggio per l’Etruria – Norchia, Tuscania, Acquarossa
In viaggio per l’Etruria – Vulci, Tarquinia, Cerveteri
In viaggio per l’Etruria – Orvieto
In viaggio per l’Etruria – Veio e il Tevere

Vuoi sapere come è proseguito il viaggio? vai a:

In viaggio per l’Etruria – San Casciano dei Bagni, Manciano, Saturnia, Scansano
In viaggio per l’Etruria – Grosseto, Roselle, Vetulonia

Vuoi conoscere che materiale è stato usato? vai a:
Attrezzature usate
Vuoi vedere il teaser del filmato? vai a:
Presentazione del progetto

Experience Etruria riceve il primo premio ad eContent Award 2015 – categoria eCulture and Tourism

eContent Award 2015 ci ha davvero gratificati con un bel riconoscimento!
Per la categoria eCulture & Tourism, Experience Etruria ha conseguito il premio per il miglior prodotto.

Ecco Antonella insieme ad Alfonsina Russo, Soprintendente Archeologia del Lazio ed Etruria Meridionale, e alla vice sindaco di Viterbo, Luisa Ciambella, mentre ricevono la targa a nome di tutto il progetto di Experience Etruria

eContentAward2015 premiazione

Ma, guardiamola da vicino questa targa..

eContentAward2015 targa

eCulture Award 2015

Non possiamo che esprimere tutta la gioia del laboratorio e di chi ha lavorato ad Experience Etruria per questo bellissimo premio. Grazie!

eContent Award 2015

Quella odierna si preannuncia come un’altra grande giornata per il laboratorio e per Experience Etruria.
Antonella e Giovanni saranno a Roma, alla cerimonia di premiazione eContent Award 2015 che avrà luogo nell’ambito di “Contenuti e servizi in formato digitale: 170 nazioni a confronto”.
Al concorso abbiamo presentato il progetto Experience Etruria e..

Screenshot Experience Etruria Trailer

..chissà chissà che stasera non ci sia davvero da brindare..